Navigation

Grecia: neonato partorito su isola alla luce dei cellulari

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2011 - 13:06
(Keystone-ATS)

Un improvviso black-out dell'energia elettrica sull'isola greca di Samos, nell'Egeo orientale, ha costretto i medici dell'ospedale locale impegnati ad assistere una puerpera a chiamare i parenti e gli amici della donna per illuminare con ogni mezzo la sala parto e consentire così la nascita del bambino. Lo riferisce oggi l'agenzia ellenica Ana precisando che il fatto è avvenuto venerdì notte.

Circa 20 minuti dopo che la corrente è andata via, anche i generatori dell'ospedale hanno smesso di funzionare e tutti coloro che erano in attesa del lieto evento sono stati chiamati in sala parto da un'ostetrica che li ha invitati ad illuminare la stanza con la luce emessa dai telefoni cellulari. Il neonato e la madre stanno bene, ma la magistratura locale - informata dell'accaduto - aprirà un'inchiesta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.