Navigation

Gurria: salvataggi Portogallo e Spagna non necessari

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 marzo 2011 - 18:28
(Keystone-ATS)

Il Portogallo e la Spagna non dovrebbero aver bisogno di un aiuto internazionale. Lo ha detto il segretario generale dell'Organizzione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), Angel Gurria, in una intervista a Bloomberg.

"Dopo l'Irlanda e la Grecia dovrebbe essere tirata una linea di demarcazione", ha affermato Gurria. "Il Portogallo e la Spagna hanno fatto ciò che era necessario", ha sottolineato, spiegando che Lisbona "ha preso tutte le decisione politiche necessarie" mentre Madrid "sta affrontando il problema del deficit, delle pensioni, del mercato del lavoro e del sistema bancario".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.