Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELLINZONA - Il pafrtito popolare democratico ha deciso di sostenere la raccolta di firme per l'iniziativa popolare federale "Basta con l'IVA discriminatoria per la ristorazione!" promossa da GastroSuisse, invitando i propri aderenti a sottoscriverla.
Dall'introduzione dell'IVA nel 1995, tutti i pasti consumati in un ristorante sono soggetti a un tasso del 7,6%, mentre i dettaglianti e i take away godono di un tasso ridotto del 2,4%, frileva il PPD in un comunicato.
Questa differenza di trattamento non si giustifica, tanto più se si considera che il settore alberghiero e della ristorazione impiega il 6% della manodopera a livello svizzero e che non può perdere competitività. Il PPD condivide e sostiene i fini dell'iniziativa, con l'obiettivo di difendere tanto i consumatori penalizzati dall'odierna situazione quanto gli esercenti e albergatori trattati iniquamente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS