Navigation

Immigrazione: Grecia; scontri ad Atene per il 'muro'

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2011 - 20:03
(Keystone-ATS)

ATENE - Immigrati che protestavano contro il 'muro' che il governo greco vuole costruire al confine con la Turchia, sono stati attaccati questo pomeriggio ad Atene da militanti di estrema destra e la polizia è intervenuta con gas lacrimogeni.
Centinaia di immigrati, integrati da gruppi antirazzisti e della sinistra, marciavano nella capitale contro la nuova dura linea del governo contro i clandestini, quando decine di esponenti di gruppi neonazisti li hanno attaccati a colpi di pietre e bastoni. La polizia è intervenuta con cariche e gas per disperdere gli estremisti. Alcune persone secondo i media sarebbero stati fermati. Non si ha notizia di feriti.
Di fronte all'ondata senza precedenti di clandestini, la maggior parte dei quali entra lungo il confine sul fiume Evros, il governo di Giorgio Papandreou ha annunciato la linea dura con nuovi regolamenti per l'asilo che se migliorano le condizioni dei diritti umani consentiranno anche l'espulsione di tutti coloro non in regola, mentre si prepara la costruzione di un 'muro' lungo i 12,5 chilometri al confine con la Turchia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?