Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Tre calciatori della squadra Churchill Brothers di Goa, arrestati ieri dopo essere stati fatti scendere da un aereo per presunte molestie a una hostess della compagnia SpiceJet, hanno passato una notte in cella e oggi sono stati rimessi in libertà dietro cauzione. Lo riferisce la stampa indiana.
I nigeriani Odafa Okolie (che è fra l'altro il calciatore più pagato in India) e Ogba Kalu, e l'indiano Arindam Bhattacharya, hanno dovuto presentarsi davanti ad un giudice di Mumbai e pagare una cauzione di 5'000 rupie (70 euro) per poter riprendere il viaggio verso Kolkata, dove è prevista una partita di campionato.
L'allenatore della squadra, il brasiliano Carlos Pereira, ha difeso strenuamente i suoi 'gioielli': "La hostess è una bugiarda. Credo ai miei ragazzi. E' la sua parola contro quella dei calciatori. Come si può dar fastidio in modo grossolano a una hostess in un volo pieno di gente?".
SpiceJet ha comunque confermato in un comunicato l'opportunità della decisione presa dal comandante dell'aereo di far scendere i calciatori "per garantire la sicurezza dell'aereo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS