Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LEGNARO (PADOVA) - Un vaccino spray e una nuova generazione di farmaci antivirali capaci di colpire al cuore i virus influenzali sono fra le nuove armi con cui la ricerca europea intende contrastare l'arrivo di nuovi virus dell'influenza, sia stagionali sia future pandemie. I programmi sono stati presentati oggi a Legnaro (Padova), presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IzsVe), dal Direttorato per la Ricerca della Commissione Europea.
La ricerca sul vaccino spray ha superato la prima fase della sperimentazione, condotta su un piccolo numero di persone (84 adulti) per verificane la sicurezza ed entro quest'anno dovrebbe partire la fase 2, condotta su un numero più ampio di persone per avere una prima risposta sull'efficacia. "Il vantaggio è che questo vaccino può essere ottenuto in tempi molto rapidi perché non richiede la coltivazione nelle uova", ha detto il coordinatore del progetto, Thomas Muster, amministratore delegato dell'azienda Avir Green Hills Biotecnology.
Gli altri progetti presentati oggi, per un valore complessivo di 18 milioni, prevedono programmi per la sorveglianza dei virus dell'influenza nei maiali e lo sviluppo di una nuova generazione di farmaci antivirali che puntano a colpire i virus influenzali al cuore, bloccando il motore della loro replicazione, ossia la polimerasi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS