Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - Sono 186 gli attivisti politici e sociali e i giornalisti arrestati in Iran dopo le manifestazioni dell'opposizione del 27 dicembre, secondo quanto riferisce oggi il sito riformista Jaras.
Tra gli arrestati, sottolinea la fonte, vi sono 99 studenti, 10 collaboratori del leader dell'opposizione Mir Hossein Mussavi, 17 giornalisti, 9 attivisti per i diritti umani e delle donne e 12 appartenenti alla setta religiosa dei Bahai, nata nel Diciannovesimo secolo da una riforma dell'Islam e messa al bando in Iran.
Migliaia di persone erano state arrestate nelle proteste dell'estate scorsa in Iran. La maggior parte era stata rilasciata, ma le autorità hanno reso noto che cinque di loro sono state condannate a morte in primo grado e 86 a pene detentive fino a 15 anni. Per ora non si sa nulla delle eventuali sentenze d'appello.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS