Navigation

Iran: sito, un altro diplomatico lascia per protesta

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2010 - 17:31
(Keystone-ATS)

TOKYO - Dopo il console a Oslo, un altro diplomatico iraniano, consigliere presso l'ambasciata a Tokyo, Abdolfazl Esalmi, si è dimesso per protestare contro la repressione nella Repubblica islamica. Lo afferma il sito di oppositori iraniani in esilio 'persian2english'.
Secondo il sito, Eslami ha scritto una lettera ai dipendenti dell'ambasciata iraniana a Tokyo esortandoli a prendere le distanze dalle violenze e dalla repressione delle manifestazioni dell'opposizione in Iran seguite alla rielezione del presidente Mahmud Ahmadinejad, nel giugno scorso.
In gennaio il console iraniano a Oslo, Mohammed Reza Heydari, si è dimesso per protestare contro la repressione delle manifestazioni del 27 dicembre, quando almeno otto persone sono state uccise, e ha chiesto asilo politico in Norvegia.
Secondo il sito altri diplomatici in Europa hanno lasciato il proprio incarico per protesta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.