Navigation

Iraq: Biden a Baghdad; tre esplosioni con vittime

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2011 - 13:05
(Keystone-ATS)

BAGHDAD - Due civili sono stati uccisi e 11 altri feriti questa mattina in tre differenti esplosioni a Baghdad, dove la notte scorsa è giunto a sorpresa in visita il vice presidente americano Joe Biden, per incontrarsi con i massimi dirigenti iracheni.
Secondo quanto riferisce l'agenzia Aswat al Iraq, le tre esplosioni sono avvenute nei pressi di altrettante moschee e la più grave, che ha causato la morte di un civile e il ferimento di altri cinque, è stata registrata nel centro della città.
La seconda è avvenuta nel quartiere Adamiya, nel Nord di Baghdad, fedendo tre persone; mentre la terza, che ha causato la morte di un civile e il ferimento di altri tre, è avvenuta nel centrale quartiere Karrada, non lontano dalla superfortificata Zona Verde dove hanno sede le più importanti istituzioni del Paese e le maggioni ambasciate occidentali.
Allo stesso tempo, proprio nella Zona Verde, Biden si incontrava con il premier Nuri al Maliki, con l'ambasciatore degli Stati Uniti a Baghdad James Jeffrey, e con il comandante delle forze Usa in Iraq Lloyd Austin.
Alla sua settima visita in Iraq dal 2009, Biden si è complimentato con il premier al Maliki per il rinnovo il mese scorso del suo incarico alla guida del governo e per i "progressi" raggiunti in campo politico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.