Navigation

IS: Erdogan, Esercito libero siriano in aiuto di Kobane

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2014 - 13:39
(Keystone-ATS)

I curdi siriani di Kobane accettano l'aiuto di 1.300 uomini dell'Esercito libero siriano nella lotta contro i jihadisti dello Stato islamico (IS). Lo ha annunciato nella capitale estone Tallinn il presidente turco Reçep Tayyip Erdogan. "Ho saputo che il numero di peshmerga (i combattenti curdi che dal Kurdistan iracheno devono attraversare la Turchia per combattere a Kobane) è stato ridotto a 150. E che il Pyd (per Ankara l'equivalente siriano del Pkk) ha accettato l'arrivo di 1.300 uomini dell'Esercito libero siriano", ha spiegato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.