Navigation

Israele: documenti ai media, condannata ex soldatessa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2011 - 21:38
(Keystone-ATS)

Un'ex soldatessa israeliana di 24 anni è stata condannata oggi a 4 anni e mezzo di reclusione, più 18 mesi con la condizionale, per essersi illegalmente impossessata di documenti riservati dell'esercito, da lei poi consegnati a un giornalista del quotidiano Haaretz.

Il giornalista si servì dei documenti ricevuti per denunciare in un articolo, apparso nel novembre del 2008, presunti reati commessi in Cisgiordania dalle forze armate. Tra l'altro affermò che l'esercito aveva ucciso ricercati palestinesi anche quando era possibile arrestarli, violando così un ordine dell'Alta Corte di Giustizia.

I tre giudici del tribunale di Tel Aviv hanno motivato la condanna affermando che la Kamm ha tradito un obbligo di lealtà nei confronti dello Stato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?