Navigation

Italia: uomo ucciso da treno a Bari è Peter Jaks

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 ottobre 2011 - 17:39
(Keystone-ATS)

Era proprio Peter Jaks l'uomo travolto all'alba del 5 ottobre da un treno regionale in prossimità del passaggio a livello della stazione di Bari-Santo Spirito. Lo ha reso noto oggi il dirigente della Polizia ferroviaria Giovanni Aliquò.

La conferma dell'identità è stata possibile grazie alla comparazione di alcune radiografie all'arcata mandibolare, rese disponibili dalla famiglia con quelle fatte dopo l'incidente. I famigliari dell'ex campione di hockey, giunti a Bari nei giorni scorsi, avevano già riconosciuto per foto alcuni dettagli degli accessori indossati dall'uomo e un tatuaggio. Secondo gli elementi raccolti dagli investigatori si è trattato di un suicidio.

Petr (Peter) Jaks era scomparso dal suo domicilio di Bellinzona la mattina del 2 ottobre. Senza documenti era stato fermato il 3 ottobre alle 2.50 circa dai carabinieri nella stazione di Potenza. Aveva detto il suo nome, aggiungendo di essere stato derubato dei documenti e di avere preso per sbaglio il treno per il capoluogo della Basilicata. Poco più di 48 ore dopo era finito sotto un treno a Bari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?