Navigation

Karzai a Mullah Omar, avviamo negoziati

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2010 - 08:38
(Keystone-ATS)

KABUL - Il presidente afghano Hamid Karzai ha nuovamente fatto appello al capo dei talebani, il mullah Omar, perchè deponga le armi e negozi la pace in Afghanistan.
"Speriamo che il mullah Omar Akhund si unisca al processo di pace e cessi di perpetrare attentati fratricidi e fare vittime tra gli uomini, le donne e i bambini dell'Afghanistan" ha detto il presidente.
A partire dal 2005 Karzai ha lanciato numerosi analoghi appelli ai talebani, finora caduti nel vuoto. I guerriglieri hanno infatti continuato a conquistare terreno e hanno sempre opposto un diniego a negoziare sin quando, hanno più volte sottolineato, non se ne sarà andato "l'ultimo soldato straniero".
Il mullah Omar è in fuga dal 2001 e in molte occasioni- l'ultima delle quali pochi giorni fa - ha lanciato minacce agli americani e ai paesi che partecipano alla forza di colazione in Afghanistan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.