Navigation

Kosovo: Guardian, per Nato Thaci è uno dei leader mafia

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2011 - 12:10
(Keystone-ATS)

Il premier kosovaro Hashim Thaci sarebbe uno dei "pesci grossi" della criminalità organizzata in Kosovo, secondo informazioni riservate della Nato riferite stamani dal quotidiano britannico Guardian.

Il giornale di Londra aggiunge che un altro dei maggiori esponenti del crimine organizzato in Kosovo sarebbe Dzavit Haliti, uno dei più stretti collaboratori di Thaci.

I documenti in possesso del giornale inglese, ha riferito da parte sua la tv pubblica serba Rts, sono la prova che gli americani e le altre forze occidentali sono stati a lungo a conoscenza dei contatti di Thaci con la criminalità kosovara.

Il Consiglio d'Europa voterà oggi su un rapporto del relatore svizzero Dick Marty, nel quale si denuncia un traffico di organi umani messo in atto in Kosovo e Albania alla fine degli anni Novanta dalla guerriglia indipendentista kosovara, ai danni sopratutto di prigionieri serbi. Secondo Marty, difficilmente Thaci, che era uno dei leader dell'Uck (Esercito di liberazione del Kosovo), sarebbe stato all'oscuro di tale traffico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.