Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier kosovaro Hashim Thaci sarebbe uno dei "pesci grossi" della criminalità organizzata in Kosovo, secondo informazioni riservate della Nato riferite stamani dal quotidiano britannico Guardian.

Il giornale di Londra aggiunge che un altro dei maggiori esponenti del crimine organizzato in Kosovo sarebbe Dzavit Haliti, uno dei più stretti collaboratori di Thaci.

I documenti in possesso del giornale inglese, ha riferito da parte sua la tv pubblica serba Rts, sono la prova che gli americani e le altre forze occidentali sono stati a lungo a conoscenza dei contatti di Thaci con la criminalità kosovara.

Il Consiglio d'Europa voterà oggi su un rapporto del relatore svizzero Dick Marty, nel quale si denuncia un traffico di organi umani messo in atto in Kosovo e Albania alla fine degli anni Novanta dalla guerriglia indipendentista kosovara, ai danni sopratutto di prigionieri serbi. Secondo Marty, difficilmente Thaci, che era uno dei leader dell'Uck (Esercito di liberazione del Kosovo), sarebbe stato all'oscuro di tale traffico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS