Navigation

Lanciato manifesto per "supercantone" dell'Arco giurassiano

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2010 - 08:05
(Keystone-ATS)

DELÉMONT - Un manifesto a favore della creazione di un "supercantone" dell'Arco giurassiano - composto da Neuchâtel, Giura e Giura bernese - è stato lanciato questa sera a Delémont dall'ex direttore dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale Pierre-Alain Rumley, attuale membro del municipio del comune di Val-de-Travers (NE).
L'obiettivo di quest'iniziativa è di ottenere l'appoggio e la firma di almeno 60 personalità delle sfere politiche, economiche e culturali, ha precisato Rumley.
Secondo il manifesto, la fusione fra i due cantoni e la regione bernese consentirebbe di creare un cantone "più forte, dotato di servizi pubblici efficienti e di una fiscalità più attraente". "Liberata dai divari storici", la nuova entità permetterebbe simultaneamente di "risolvere e superare" la Questione giurassiana.
L'idea non convince però le autorità del Giura: sia il governo che il parlamento si sono espressi in modo negativo lo scorso giugno, osservando che i promotori del "supercantone" ragionano più in termini di sistemazione del territorio che in base a considerazioni politiche. Per il Giura - aveva rilevato Delémont - la priorità risiede tuttora nella risoluzione della questione giurassiana.
Promossa agli inizi degli anni Novanta dal sindaco di La Neuveville (BE) Jacques Hirt, l'idea della creazione di un "supercantone" dell'Arco giurassiano è stata rilanciata pubblicamente poco più di un anno fa dal consigliere di Stato neocastellano Jean Studer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?