Navigation

Libano: Hariri; Beirut conferma identità accusati Hezbollah

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 luglio 2011 - 11:03
(Keystone-ATS)

Il ministero degli interni di Beirut ha confermato oggi l'identità dei quattro libanesi membri del movimento sciita Hezbollah accusati dal Tribunale speciale per il Libano di esser coinvolti nell'omicidio di Rafik Hariri. Lo si legge in una nota diffusa poco fa dal dicastero attraverso l'agenzia ufficiale Nna.

Una delegazione della corte che ha sede in Olanda ha ieri consegnato alla magistratura libanese l'atto di accusa e quattro mandati di arresto nei confronti di altrettanti cittadini libanesi, membri di Hezbollah. La loro identità e affiliazione erano state però confermate solo da indiscrezioni attendibili, mentre oggi è arrivata la conferma dal ministero degli interni di Beirut. L'ex premier Rafiq Hariri, alleato dell'Arabia Saudita, venne ucciso nel febbraio 2005 sul lungomare di Beirut in un attentato che costò la vita ad altre 22 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?