Navigation

Libia: Ashton a Bengasi, Ue appoggia vostro 'sogno'

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 maggio 2011 - 13:28
(Keystone-ATS)

"L'Unione europea sosterrà la ribellione libica non solamente ora, ma fino a quando i libici lo vorranno". Da Bengasi, roccaforte dei ribelli, la responsabile della diplomazia europea, la baronessa Catherine Ashton, ha assicurato il sostegno a lungo termine dei 27 al presidente Consiglio nazionale di transizione, Moustapha Abdeljalil.

"Arrivando dall'aeroporto mi hanno colpito i manifesti (affissi dai ribelli) con la scritta: 'We have a dream'", ha detto la Ashton giunta questa mattina a Bengasi dove inaugurerà un ufficio di rappresentanza europea. "È un segnale forte dell'Ue che passa dalle parole ai fatti", ha osservato il titolare della diplomazia europea.

"Sono molto fiera, a nome dei 27 paesi dell'Unione Europea di essere qui a offrire il nostro appoggio", ha dichiarato Ashton. "Un sostegno che - ha sottolineato da parte sua Abdeljalil - il Cnt chiede per la sicurezza delle frontiere meridionali della Libia". L'Ue - è l'impegno assunto dalla Ashton - aiuterà i libici che si sono ribellati al regime di Muammar Gheddafi nei "settori della sicurezza, dell'economia, della sanità, dell'educazione e della società civile".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?