Navigation

Libia: Cina, soluzione solo con mezzi pacifici

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2011 - 19:18
(Keystone-ATS)

La soluzione alla crisi libica deve essere ottenuta "solo attraverso mezzi pacifici": lo ha detto il rappresentante permanente della Cina all'Onu, Li Baodong, presidente di turno del Consiglio di Sicurezza a marzo, escludendo quindi l'ipotesi di una no-fly zone.

Presentando ai giornalisti del Palazzo di Vetro il programma della presidenza cinese, Li ha aggiunto, quando gli è stata chiesta la sua posizione su una no-fly zone: "l'idea sta attraversando i corridoi" del Palazzo di Vetro, ma al Consiglio di Sicurezza "nessuno l'ha presentata ufficialmente".

Intanto l'Organizzazione delle Nazioni Unite per la scienza, l'educazione e la cultura (Unesco) - con sede a Parigi - ha intanto deciso di interrompere ogni collaborazione con la Libia "tenendo conto della tragica evoluzione degli eventi" nel Paese nordafricano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?