Navigation

Libia: ex ministro,Gheddafi disposto a usare armi chimiche

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2011 - 12:21
(Keystone-ATS)

Un ex ministro libico ha "messo in guardia che Gheddafi ha armi chimico-batteriologiche e non esiterà ad usarle" per reprimere la rivolta in Libia: lo scrive il sito inglese di Al Jazira sintetizzando dichiarazioni fatte alla stessa tv araba da Mustafa Abdel Galil.

L'ex ministro della Giustizia ha parlato in questi termini a margine di un incontro di capi tribali e rappresentanti della Libia orientale a Baida. All'incontro hanno partecipato anche comandanti militari che si sono rifiutati di sparare sui rivoltosi. "Vogliamo un paese unito. Non c'è alcun emirato o Al Qaida da nessuna parte", ha detto Galil aggiungendo che "il nostro unico scopo è liberare la Libia da questo regime e poi il popolo deciderà il governo che vuole".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.