Navigation

Libia: governo; in raid Nato morti 5 civili, due bambini

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2011 - 09:05
(Keystone-ATS)

Le autorità libiche hanno denunciato che nel raid della Nato di questa notte su un quartiere popolare di Tripoli, sono morte cinque persone della stessa famiglia, delle quali due bambini.

Secondo le autorità libiche il bombardamento sul quartiere di al Arada, nella parte orientale della capitale, ha distrutto un edificio di due piani nel quale abitavano cinque famiglie.

Il portavoce del regime del colonnello Muammar Gheddafi, Mussa Ibrahim, ha accusato la Nato di commettere delle "barbarie" colpendo "deliberatamente i civili".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.