Navigation

Libia: insorti, ferito in raid NATO fedelissimo di Gheddafi

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 giugno 2011 - 22:49
(Keystone-ATS)

Un portavoce degli insorti libici ha dichiarato che un importante collaboratore del leader Muammar Gheddafi è stato ferito oggi durante un bombardamento della Nato in una località vicino a Tripoli e che ora viene curato in ospedale.

L'Alleanza atlantica non ha per ora confermato di aver compiuto stasera incursioni vicino alla capitale e neppure che un collaboratore di Gheddafi sia stato ferito. Tuttavia, una serie di esplosioni udite nel pomeriggio e, successivamente, intorno alle 20:00 fanno ipotizzare che i caccia della Nato abbiano in effetti compiuto bombardamenti.

Secondo il portavoce degli insorti Ahmed Bani, lo stretto collaboratore di Gheddafi sarebbe El-Khuwildy el-Ahmeidly, membro del Consiglio dei Leader della Rivoluzione di Gheddafi e anche suo parente acquisito: la figlia avrebbe infatti sposato uno dei figli del leader libico.

Ahmed Bani ha dato queste informazioni a un giornalista, parlando al telefono da Bengasi, città roccaforte della ribellione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?