Navigation

Libia: piattaforma opposizione, intifada il 17 febbraio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2011 - 13:57
(Keystone-ATS)

La Conferenza nazionale dell'opposizione libica, piattaforma che raggruppa le principali formazioni critiche del regime del colonnello Muammar Gheddafi, al potere dal 1969 e più longevo rais del mondo arabo, ha convocato per il 17 febbraio una "manifestazione di massa" in tutta la Libia contro il regime di Tripoli.

Lo riferisce oggi il quotidiano panarabo "Ash Sharq al-Awsat", finanziato dai sauditi ed edito a Londra, citando un comunicato della stessa Conferenza nazionale dell'opposizione libica. Secondo il giornale, le opposizioni hanno scelto la data del 17 febbraio prossimo "in ricordo delle vittime dell'Intifada scoppiata a Bengasi" nel febbraio 2006, quando manifestazioni contro la pubblicazione in Europa di vignette ritenute offensive dell'immagine del profeta Maometto degenerarono in violente proteste anti-regime.

"Ci appelliamo a tutte le forze dentro e fuori la Libia - si legge nel comunicato - perché ricordino quell'evento con attività e manifestazioni a vari livelli. Ci auguriamo di aver appreso la lezione dalla vittoria dell'Intifada tunisina", conclude il testo della piattaforma delle opposizioni libiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.