Navigation

Libia: ribelli, scaduta offerta a rais restare in patria

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2011 - 15:35
(Keystone-ATS)

L'offerta avanzata dai ribelli al colonnello Muammar Gheddafi di restare in patria a condizione che lasci il potere è ormai "scaduta". Lo ha detto il leader del Cnt.

Mustafa Abdel Jalil, leader del Cnt, ha spiegato che il Consiglio dei ribelli ha offerto un mese fa a Gheddafi di poter restare in Libia a patto che il colonnello lasciasse il potere. Ma ora questa offerta, ha detto il capo degli insorti parlando oggi con i giornalisti, "non è più valida".

Abdel Jalil ha riferito ancora che l'offerta era stata posta un mese fa per il tramite dell'inviato Onu Abdel Elah al-Khatib con una scadenza fissata in due settimane. Le due settimane sono passate e ora l'offerta non ha più validità.

La presa di posizione degli insorti arriva in un momento in cui sia la Gran Bretagna che la Francia hanno affacciato proprio la possibilità che il rais resti in patria a condizione che lasci il potere per provare a sbloccare l'impasse in Libia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?