Navigation

Londra, anche ricca ereditiera tra i teppisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2011 - 20:25
(Keystone-ATS)

C'è anche una ricca ereditiera di 19 anni, Laura Johnson, che studia italiano ed inglese alla prestigiosa università di Exeter, tra le persone arrestate per i disordini a Londra.

Secondo il conservatore The Daily Telegraph, la Johnson, figlia del direttore di una grossa società, è accusata di avere rubato insieme con due amiche beni per circa 5mila sterline in un centro commerciale del sud di Londra, poi ritrovati nella sua auto.

Di fronte alla corte, la ragazza ha negato i fatti e si è dichiarata non colpevole. Laura vive con i genitori in una ex fattoria totalmente restaurata a Orpington, nel Kent, in mezzo ad un enorme terreno con un campo da tennis.

La ragazza, liberata su cauzione, deve portare un braccialetto elettronico, deve rispettare un coprifuoco e dovrà presentarsi di nuovo in tribunale il 21 settembre. Rischia una condanna penale.

Altri personaggi un pò particolari di cui parla oggi il Daily Telegraph sono un ragazzino di 11 anni coinvolto nel saccheggio di un negozio a Romford nell'Essex, e Alexis Bailey, 31 anni, che lavora in una scuola elementare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?