Navigation

Mali: CPI, possibile inchiesta crimini contro umanità

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 13:07
(Keystone-ATS)

Il procuratore della Corte Penale Internazionale (CPI) ha messo in guardia il Mali sull'apertura di un'inchiesta per crimini contro l'umanità, tra cui uccisioni, rapimenti, stupri contro bambini.

L'ufficio del procuratore "ha seguito da vicino gli sviluppi in Mali da quando il conflitto è scoppiato attorno al 17 gennaio 2012", si legge in una dichiarazione. Il procuratore cita diverse fonti testimoni dei crimini, tra cui ufficiali delle Nazioni Unite.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?