Navigation

Mladic: viceministro giustizia, 2-4 giorni per estradizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2011 - 15:11
(Keystone-ATS)

Per Slobodan Homen, viceministro della giustizia serbo e portavoce del governo, i tempi per l'estradizione di Ratko Mladic al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi) sarebbero più lunghi di quelli prospettati finora.

In dichiarazioni oggi alla tv B92, Homen ha detto che a suo avviso il processo di estradizione può richiedere da un minimo di due a un massimo di quattro giorni. Il viceministro ha aggiunto che il termine ultimo per la presentazione del ricorso contro l'estradizione scade nel pomeriggio di oggi alle 17.00.

"Da un punto di vista legale e formale, il ricorso influisce sull'intero processo di estradizione, e mandare il ricorso per posta vuol dire guadagnare tempo", ha detto Homen. "Molto probabilmente - ha aggiunto - il ricorso riguarderà le condizioni di salute e lo stato psico-fisico di Ratko Mladic. Questo processo, a partire da oggi, può durare da un minimo di due a un massimo di quattro giorni", ha detto Homen.

Il viceministro ha quindi affermato di capire l'atteggiamento dei familiari dell'ex generale e dell'avvocato difensore, che insistono sulle cattive condizioni di salute di Mladic. Ma, ha osservato, "la valutazione delle sue condizioni di salute non l'ha fatta un solo medico bensì un gruppo di specialisti. Tutto il resto è propaganda", ha detto Homen, confermando che sarà il suo ministero della giustizia a dire l'ultima parola sul via libera all'estradizione di Mladic all'Aja.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.