Navigation

MO: H. Clinton-Netanyahu d'accordo su rilancio colloqui

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 novembre 2010 - 07:21
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Il segretario di Stato americano Hillary Clinton e il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu hanno convenuto oggi a New York sull'importanza di continuare i negoziati diretti tra israeliani e palestinesi, per dare uno sbocco al processo di pace.
I due leader, che sono stati a colloquio per quasi l'intera giornata, hanno detto di aver avuto "una buona discussione" sui temi su cui si sono confrontati.
Il segretario di Stato americano ha rassicurato il primo ministro israeliano circa l'impegno a che le richieste di sicurezza avanzate da Israele saranno "prese pienamente in considerazione" in un eventuale accordo di pace con i palestinesi.
In una dichiarazione congiunta rilasciata al termine dell'incontro, durato a New York per oltre otto ore, Hillary Clinton e Benjamin Netanyahu si sono detti d'accordo "sull'importanza di continuare i negoziati diretti", tra israeliani e palestinesi.
I negoziati si erano interrotti dopo la decisione di Israele di riprendere insediamenti israeliani a Gerusalemme est e in altri territori occupati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.