Navigation

MO: Hebron; Netanyahu, responsabili non resteranno impuniti

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2010 - 08:28
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha promesso di punire coloro che hanno versato "il sangue di civili israeliani", dopo la morte ieri in un attentato di quattro coloni in Cisgiordania.
"Abbiamo assistito al brutale assassinio di quattro israeliani innocenti" e il versamento del loro sangue "non resterà impunito", ha detto ieri sera Netanyahu prima di un incontro a Washington col segretario di stato americano Hillary Clinton, che da parte sua ha definito l'episodio "una selvaggia brutalità".
L'attacco, alla vigilia della ripresa dei negoziati diretti tra Israele e i palestinesi, è stato rivendicato dal braccio armato di Hamas, le Brigate Ezzedin al-Qassam.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.