Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf ha inaugurato oggi a Basilea la 95esima edizione della Muba, la più importante fiera commerciale svizzera, alla quale prendono parte non meno di 870 espositori. Quest'anno l'ospite d'onore è l'Egitto, paese che sta vivendo in questi giorni una profonda crisi interna.

La responsabile del Dipartimento federale delle finanze ha tagliato il nastro affiancata dai presidenti dei governi di Basilea città, Guy Morin, e Basilea campagna, Jörg Krähenbühl. Alla cerimonia era presente anche l'ambasciatore d'Egitto Magdy Sharawy.

Quanto sta avvenendo nel paese nordafricano si fa sentire anche alla Muba. Vari spettacoli di danza e di musica previsti dall'ospite d'onore sono stati annullati e gli operatori turistici presenti a Basilea rinunciano a vendere soggiorni nel paese dei faraoni.

All'esposizione di quest'anno si presentano pure i partiti politici: oltre al Partito borghese democratico di Eveline Widmer-Schlumpf, anche il PS e l'UDC hanno un proprio stand.

In quello dei democentristi si è già verificato un incidente: dai tre ai cinque giovani hanno infatti tentato di gettare uova sul presidente Toni Brunner, che stava distribuendo autografi. "Fortunatamente non è stato colpito", ha dichiarato all'ATS il presidente dell'UDC di Basilea Città Sebastian Frehner. In seguito i giovani - vestiti normalmente - se la sono svignata, nascondendosi tra la folla.

L'esposizione chiuderà i battenti il 13 febbraio. Lo scorso anno la rassegna aveva attirato circa 300 mila visitatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS