Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La nazionale svizzera di calcio è un esercito di inabili al servizio, con problemi di salute - almeno sulla carta - di non poco conto: solo 6 dei 23 giocatori selezionati per il mondiale in Sudafrica hanno vestito l'uniforme grigioverde, sostiene il domenicale "Sonntag".
Gli altri non hanno potuto servire la patria per vari motivi: ad esempio il giocatore dell'anno, il centrocampista del Basilea Benjamin Huggel, soffre di problemi alla schiena. Stando al settimanale svizzero tedesco c'è chi invece ha fatto valere problemi di vista. E uno sarebbe addirittura sonnambulo.
Nell'undici di base solo Alex Frei (30 anni) e Stéphane Grichting (31) hanno fatto la scuola reclute. Gli altri quattro calciatori-soldati sono i due portieri di riserva Marco Wölfli e Johnny Leoni, nonché i difensori Mario Eggimann (29) e Ludovic Magnin (31). In pratica la percentuale di abili al servizio fra i migliori giocatori del paese è solo del 26%, contro il 66% rilevato in media fra tutti i giovani elvetici.

SDA-ATS