Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GERUSALEMME - Il premier israeliano, Benyamin Netanyahu, ha accolto nel pomeriggio nella sua residenza di Gerusalemme il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Abu Mazen, dando così inizio alla sessione odierna del secondo round dei negoziati diretti fra le parti, inaugurati il 2 settembre a Washington con la mediazione americana.
All'incontro è presente - come nella riunione svoltasi ieri a Sharm el Sheikh, in Egitto - anche il segretario di Stato degli Usa, Hillary Clinton. I negoziati, la cui scadenza è stata fissata a Washington in un anno, sono per ora in una fase interlocutoria, anche se le parti - secondo quanto ribadito oggi da Clinton - stanno già entrando nel vivo delle "questioni chiave".
L'atmosfera resta peraltro di estrema incertezza, appesantita dal persistente dissidio sul tema preliminare della moratoria sulle attività edilizie nelle colonie israeliane dei territori occupati: moratoria in scadenza a fine mese e che il governo Netanyahu non appare disposto a prorogare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS