Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KATHMANDU - Il Partito comunista del Nepal (Ucpn, maoista) ha deciso di sospendere lo sciopero generale ad oltranza cominciato il primo maggio scorso, mantenendo però la richiesta di dimissioni del primo ministro, Madhav Kimar Nepal. Lo riferiscono oggi i media a Kathmandu.
La revoca della misura di forza stabilita ieri sera a permesso oggi un rapido ritorno alla normalità con la riapertura di uffici, scuole e mercati, e la ripresa dei trasporti pubblici.

SDA-ATS