Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La priorità del nuovo governo israeliano sarà di fermare i progetti nucleari dell'Iran. Lo ha ribadito, per la seconda volta in poche ore, il premier incaricato Benyamin Netanyau, mentre oggi Likud Beitenu avvia i contatti per la composizione di un nuovo governo. I primi incontri avranno luogo con i centristi di Yesh Atid, i nazional-religiosi di 'Focolare ebraico' e gli ortodossi di Shas.

Dopo aver ribadito che spera di formare un governo di unità nazionale, Netanyahu ha detto oggi in apertura del consiglio dei ministri: "Il compito supremo del nuovo esecutivo sarà di bloccare l'armamento nucleare dell'Iran. Questo compito si fa più complesso poiché l'Iran si è dotata di centrifughe moderne che accorciano i tempi dell'arricchimento (dell'uranio, ndr). Non dobbiamo rassegnarci di fronte a questo processo".

Nel primo anno di governo, ha aggiunto, si presenteranno altri tre compiti importanti: l'approvazione di una finanziaria "responsabile" che contribuisca al tempo stesso a lottare contro il caro-vita; la riforma dell'esenzione per gli ebrei ortodossi dal servizio militare; e il rilancio del processo di pace "in maniera controllate e responsabile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS