Navigation

Nuova Zelanda: operato da noto chirurgo pinguino smarrito

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 giugno 2011 - 11:28
(Keystone-ATS)

È da oggi in convalescenza il giovane pinguino imperatore che aveva perso la 'strada' arenandosi su una spiaggia della Nuova Zelanda, dopo aver subito una seconda operazione nello zoo di Wellington, per mano di un noto chirurgo che ha rimosso dallo stomaco sabbia che aveva ingerito scambiandola per neve. Se potrà ristabilirsi, un ricco neozelandese gli ha offerto un passaggio fino all'Antartide.

Più abituato a operare su esseri umani il dott. John Wyeth, primario di gastroenterologia dell'ospedale di Wellington, ha eseguito un delicato intervento di due ore sul pinguino soprannominato Happy Feet in onore del film del 2006 su un pinguino ballerino.

Assistito da una squadra medica di sei persone, ha eseguito un'endoscopia per rimuovere ramoscelli, sassi e sabbia che bloccavano l'intestino, inserendo una microcamera attraverso la gola per poi rimuovere i detriti.

Se potrà riprendersi pienamente, la prossima sfida per Happy Feet sarà di ritrovare la strada di casa, a oltre 4.000 km di distanza. Il ricco finanziere Gareth Morgan gli ha offerto un passaggio su un rompighiaccio russo diretto a Mare di Ross, ma la spedizione non è in programma prima di febbraio. Nel frattempo resterà sotto osservazione nello zoo, in un'apposita sezione refrigerata. E gli esperti avvertono che gli uccelli di grandi dimensioni possono soffrire traumi se traslocati per lunghe distanze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?