Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Un governatore sudanese ricercato dalla Corte penale internazionale (Cpi) ha utilizzato un elicottero delle Nazioni Unite per recarsi a partecipare a negoziati di pace. Lo ha reso noto un portavoce dell'Onu.
Ahmed Mohammed Haroun - ha spiegato Martin Nesirky, confermando notizie di stampa - è stato autorizzato a farne usa perchè svolgeva un ruolo "fondamentale" per far cessare gli scontri interetnici nella regione di Abyei, situata fra il Nord e il Sud del Sudan.
Harun, ha aggiunto, ha avuto un ruolo chiave per "spingere la tribù dei Messeriya" al tavolo negoziale per far cessare le violenze nella regione ricca di petrolio con la tribù rivale dei Dinka Ngok, in cui da venerdì scorso ci sono stati almeno 33 morti.
"In conformità con il suo mandato", ha aggiunto Nesirky, "la missione (dell'Onu) continuerà a fonrire l'assistenza necessaria ai protagonisti di vitale importanza per la ricerca di una soluzione pacifica".
La Cpi ha diramato nel 2007 un mandato di arresto contro Haroun, ex ministro diventato governatore della provincia del Sud Kordofan, il quale deve rispondere di 51 imputazioni per crimini di guerra e crimini contro l'umanità, fra cui uccisioni e stupri nel Darfur. Anche il presidente sudanese Omar al Bashir è ricercato dalla Corte, basata all'Aja, per crimini di guerra e contro l'umanità nel Darfur.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS