Navigation

Pensionato di Bienne: indagine esterna sulla polizia cantonale

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2010 - 10:26
(Keystone-ATS)

BIENNE - Continua a far discutere la vicenda del pensionato di Bienne, salito agli onori della cronaca a inizio settembre per aver tenuto in scacco le forze speciali della polizia bernese per ben nove giorni.
Proprio il comportamento della polizia cantonale è oggetto di un'inchiesta esterna, affidata all'ex consigliere di stato di Zugo, Hanspeter Uster, il quale dovrà analizzare la condotta delle operazioni, i mezzi impiegati e tutto l'aspetto comunicativo, che era stato molto criticato.
Con questa indagine, i cui risultati saranno resi noti nel secondo trimestre 2011, la polizia bernese vuole trarre i necessari insegnamenti e correggere eventuali inefficienze. Si tratterà anche di fare piena luce su tutto l'accaduto in modo da recuperare la simpatia e il sentimento di sicurezza della popolazione, ha annunciato oggi il canton Berna.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?