Navigation

Piemonte: in pasticceria prodotti scaduti da 10 anni, sequestri

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2011 - 16:53
(Keystone-ATS)

Prodotti dolciari scaduti da dieci anni (nel 2001) ma ancora utilizzati per preparare torte e pasticcini: li hanno scoperti i Carabinieri dei Nas (Nucleo antisofisticazione) di Torino in una pasticceria del Canavese. Circa 500 chili di materie prime (creme, marmellate, paste sfoglie e canditi) sono stati sequestrati. I titolari della pasticceria sono stati denunciati per frode in commercio e detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione.

I Carabinieri hanno anche proposto alla Asl di chiudere la pasticceria, di grandi dimensioni, a gestione familiare, con produzioni sia dolci, sia salate. per queste ultime non sono state rilevate irregolarità, mentre per i dolciumi l'80 per cento dei prodotti utilizzati è risultato scaduto.

La pasticceria è stata controllata nell'ambito di un'operazione scattata in tutta Italia, che in Piemonte ha interessato circa 200 esercizi pubblici e ha portato alla denuncia di dieci persone sempre per frode in commercio e detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione.

Oltre ai titolari della pasticceria canavesana, sono stati denunciati i titolari di tre panifici di Torino e della prima cintura cittadina, per i quali è stata proposta la chiusura. In due di questi panifici sono stati trovati perfino escrementi di topo. Nelle attività controllate sono stati effettuati sequestri di materiale e macchinari per un totale di un milione di euro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?