Navigation

Popolazione svizzera vuole risparmi nell'esercito e nell'asilo

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2010 - 16:23
(Keystone-ATS)

BERNA - Meno soldi per la funzione pubblica, esercito e politica di asilo. Secondo un sondaggio realizzato dall'istituto gfs.Berna su mandato di economiesuisse e pubblicato oggi dalla "SonntagsZeitung", oltre il 50% dei 1'006 cittadini svizzeri intervistati è favorevole a risparmi in questi tre settori.
Se si osservano le percentuali in modo dettagliato, si scopre che il 60% degli interrogati vede un potenziale di economie nell'amministrazione federale. Il 59% vuole invece risparmiare nel settore dell'asilo, mentre il 54% ritiene necessaria una diminuzione delle spese in ambito militare.
Soltanto il 10-11% degli Svizzeri intende risparmiare nel settore della formazione e della ricerca e ancora meno (il 7%) in quello dell'AVS. Il 31% vorrebbe anzi destinare maggiori fondi a pensionati e ricercatori e il 40% spenderebbe di più per gli studenti.
La maggioranza degli intervistati è invece contenta della politica della Confederazione nei settori dei trasporti pubblici, della posta, della cultura e dell'ambiente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?