Navigation

Processo Mubarak: seduta sospesa, riprende con testimonianze

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2011 - 13:48
(Keystone-ATS)

La terza udienza del processo contro l'ex rais egiziano Hosni Mubarak, i suoi due figli, l'ex ministro dell'interno Habib el-Adly e sei suoi stretti collaboratori, è ripresa oggi dopo una breve sospensione.

Il presidente della corte Ahmed Rifaat Said ha deciso di interrompere i lavori dopo un diverbio fra avvocati della difesa e dell'accusa, scatenatosi quando una persona ha esposto un'immagine di Mubarak dalla tribuna del pubblico nell'aula bunker dell'accademia di polizia.

I lavori sono ripresi da poco con la testimonianza del primo di quattro ufficiali della sicurezza centrale sulla violenta repressione contro i manifestanti durante la rivolta popolare di gennaio e febbraio. Il primo a essere ascoltato dalla corte è Hussein Said Mussa, capo delle comunicazioni della sicurezza centrale.

La seduta, al contrario delle prime due, non è trasmessa in diretta dalla televisione di Stato.

In mattinata si sono susseguiti tafferugli fra sostenitori e oppositori dell'ex rais, provocando il ferimento di nove persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?