Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Duma, ramo basso del parlamento russo, ha approvato in prima lettura (in totale sono tre) quasi all'unanimità una proposta di legge per eliminare le elezioni dei governatori regionali in quasi tutto il Paese. Il nuovo sistema proposto prevede che sia il presidente, e dunque Vladimir Putin, a scegliere gli aspiranti a un posto da governatore.

Putin mise nelle proprie mani la scelta dei governatori regionali già all'inizio del suo secondo mandato da presidente (2004-2008), ma le elezioni per i leader locali furono ripristinate l'anno scorso dopo l'ondata di proteste che portò decine di migliaia di russi nelle strade del Paese.

La nuova proposta di legge prevede che il presidente della Federazione russa nomini tre candidati e che il consiglio regionale scelga uno di loro come governatore. Secondo alcuni osservatori, l'obiettivo del Cremlino è quello di evitare che in alcune regioni in cui convivono diversi gruppi etnici e culturali, come in quelle problematiche del Caucaso, venga eletto un governatore non gradito a Mosca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS