Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

RUAG: di nuovo in zona utili nel 2010

RUAG è tornato nelle cifre nere l'anno scorso. Il gruppo controllato dalla Confederazione attivo nella tecnologia e nell'armamento ha realizzato un utile netto di 92 milioni di franchi, dopo una perdita di 107 milioni al termine dell'esercizio precedente.

Rispetto al 2009, il giro d'affari è progredito del 5,9% a 1,796 miliardi di franchi, ha comunicato oggi l'impresa bernese. Le applicazioni nel settore civile hanno rappresentato il 52% delle vendite (47% nel 2009), mentre quelle nel settore militare il 48%.

Dopo una perdita di 113 milioni di franchi nel 2009, l'utile operativo (Ebit) si è attestato a 98 milioni. Da notare che il gruppo ha investito un decimo del suo giro d'affari nelle attività di ricerca e sviluppo.

Quattro delle cinque divisioni di RUAG hanno realizzato utili a livello operativo. Solo l'Ebit del settore aviazione è nelle cifre rosse con una perdita di 11 milioni di franchi nel 2010, a causa di ammortamenti speciali e accantonamenti per 30 milioni.

La Confederazione non è solamente proprietaria di RUAG, ma anche il suo più grosso cliente. Attraverso il Dipartimento federale della difesa (DDPS) ha assicurato l'anno scorso il 35% del giro di affari, contro un tasso del 36% nel 2009.

La Svizzera ha rappresentato il 43% del giro d'affari totale di RUAG, il resto è stato realizzato in Europa (anche qui il 43%), nel Nord America (9%) e Asia/Pacifico (3%). Invariata la quota delle altre aree (2%), tra le quali Sud America, Medio Oriente e Africa. Alla fine dello scorso esercizio, il gruppo occupava in totale 7719 dipendenti, in progressione di 185.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.