Navigation

Russia: 3 navi intrappolate nei ghiacci mare Okhotsk

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 gennaio 2011 - 16:21
(Keystone-ATS)

MOSCA - Tre grandi navi con a bordo 555 persone sono rimaste intrappolate nei ghiacci del mare di Okhotsk, nell'estremo oriente russo. Lo ha dichiarato il ministro dei trasporti russo Igor Levitine aggiungendo che due rompighiaccio sono già in cammino verso il punto in cui le imbarcazioni sono rimaste bloccate.
"Tre grandi navi si sono ritrovate in una zona di lastroni mobili. Lo spessore del ghiaccio lì è di circa 30 centimetri", ha spiegato il ministro in un incontro con il primo ministro Vladimir Putin trasmesso alla televisione.
"Due rompighiacci stanno andando incontro alle imbarcazioni. Il Magadan le raggiungerà domani, il Makarov nella notte tra il 3 e il 4 gennaio", ha aggiunto. Secondo il ministro, le persone a bordo delle navi, non sono in pericolo per il momento avendo a disposizione quantità sufficienti di viveri. Una delle tre imbarcazioni è un peschereccio con 348 persone a bordo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.