Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Sono saliti a 31 i minatori morti per l'esplosione avvenuta nella miniera di Raspadskaya, nell'ovest della Siberia e 60 operai sono ancora intrappolati sottoterra in seguito all'incidente. A riferire l'aggiornamento della situazione nella miniera a duemila chilometri da Mosca è stato il ministro della Difesa civile Sergei Shoigu. I feriti per le due esplosioni di sabato scorso sono 58.
Per l'alta concentrazione di gas metano nel sottosuolo le ricerche erano state sospese ieri, nel timore di nuove esplosioni mentre tutto il paese celebrava l'anniversario dei 65 anni della vittoria sul nazismo.
Per il ministro, citato dalla agenzia Ria Novosti, ci sono ancora possibilità di salvare la vita ad alcuni minatori intrappolati a 500 metri di profondità nel sottosuolo.

SDA-ATS