Navigation

Sesta revisione AI, entrata nel merito

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 dicembre 2010 - 14:13
(Keystone-ATS)

BERNA - Il Consiglio Nazionale ha deciso di entrare in materia sulla 6a revisione dell'assicurazione invalidità (AI) ed ha iniziato l'esame particolareggiato del testo che si ripropone di sopprimere 12'500 rendite entro il 2018.
Gli argomenti della sinistra e dei Verdi, che denunciavano la discriminazione delle persone con handicap psichici e il trasferimento dei costi verso comuni e cantoni, non hanno convinto. Il dibattito proseguirà giovedì.
L'AI compie 50 anni ed è tempo di bilanci, ha ricordato Ignazio Cassis (PLR/TI), relatore della commissione. La situazione finanziaria di questo pilastro sociale si è costantemente degradata e il numero delle rendite per cause psichiche è esploso. Grazie alle revisioni del 2004 e 2008 è stato possibile stabilizzare l'incremento del debito e ridurre le nuove rendite di oltre il 40%, ma senza una nuova revisione, dal 2018 l'AI registrerebbe nuovi deficit annuali dell'ordine di 2,1 miliardi di franchi, ha messo in guardia il deputato ticinese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?