Navigation

Sindacato Syna ribadisce: aumenti salariali del 2-3%

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2011 - 14:59
(Keystone-ATS)

Syna intende cercare una soluzione con le aziende colpite dall'apprezzamento del franco ma ribadisce le proprie rivendicazioni salariali e chiede aumenti del 2-3%. Il sindacato interprofessionale, che conta 61'000 membri, sottolinea che molte imprese continuano a concludere "buoni affari".

"I negoziati continuano a svolgersi in un clima di partenariato sociale, senza diktat da parte padronale e tenendo conto delle giustificate rivendicazioni da parte del personale", indica oggi Syna al termine della riunione del suo comitato. Il sindacato dei dipendenti dell'artigianato, dell'industria e dei servizi precisa inoltre che il versamento dei salari in euro è fuori questione.

"La situazione economica instabile non deve essere usata come scusa per rimandare ancora una volta alle calende greche temi di politica salariale urgenti, quali la parità salariale fra uomo e donna", aggiunge il sindacato. Syna rileva inoltre che continuerà ad impegnarsi nei settori con i salari più bassi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?