Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Pirati somali hanno sequestrato una nave chimichiera tedesca e il suo equipaggio al largo dell'Oman, dopo un abbordaggio nel corso del quale hanno sparato colpi di mitra e razzi. I membri dell'equipaggio, 19 marinai indiani, due bengalesi e un ucraino, sarebbero in buone condizioni. Lo ha reso noto la missione anti-pirateria dell'Unione europea (Navfor).
"Nel primo pomeriggio - ha scritto la missione in un comunicato - la chimichiera tedesca 'Marida Marguerite', battente bandiera delle Isole Marshall, da 13.000 tonnellate, è stata catturata a 120 miglia (circa 192 chilometri, n.d.r.) a sud di Salalah (Oman). La nave è stata abbordata da una imbarcazione di pirati che sparavano con armi automatiche e lanciarazzi e l'equipaggio ha riferito di aver visto i pirati arrampicarsi a bordo".
I membri dell'equipaggio "si ritiene che stiano bene". Secondo la Navfor "una nave mercantile che passava ha cercato di stabilire un contatto radio, ma ha ricevuto una risposta dal ponte della nave sequestrata che intimava 'andatevene'".

SDA-ATS