Navigation

SSR: cinque licenziamenti a Swissinfo

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2011 - 11:17
(Keystone-ATS)

La piattaforma online Swissinfo.ch ha licenziato cinque persone nell'ambito della sua riorganizzazione: a fare le spese dei tagli sono le redazioni italofona, francofona e germanofona, che dal prossimo primo gennaio saranno riunite in un'unica redazione nazionale. Due settimane or sono due giornalisti erano stati licenziati dalla redazione spagnola. Lo ha indicato oggi all'ats il caporedattore Christophe Giovannini.

"Il numero dei posti a tempo pieno dovrà scendere di 40 unità, per fissarsi a 86 entro la fine del 2012", ha dichiarato Giovannini, precisando che il provvedimento verrà attuato principalmente attraverso partenze naturali, prepensionamenti o trasferimenti in altre unità aziendali.

La nuova redazione nazionale sarà composta di 15 giornalisti impiegati all'80%, ovvero quasi la metà rispetto alla situazione attuale. I tagli sono da ricondurre a una comprensione del budget della piattaforma informativa, che passerà da 26 a 17 milioni all'anno.

La prossima tappa della ristrutturazione di Swissinfo.ch riguarderà altri dipartimenti (amministrazione e tecnica) e avverrà nel corso dell'estate 2012. "Licenziamenti non sono esclusi in questi settori, ma vi saranno soprattutto trasferimenti verso altre unità della SSR", ha aggiunto Giovannini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?