Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Dopo cinque anni di deficit, la Società svizzera di radiotelevisione prevede per il 2011 il ritorno nelle cifre nere. È quanto scrive il nuovo direttore generale della SSR, Roger de Weck, in contributi ospitati oggi sulla "Neue Zürcher Zeitung", su "Le Temps" e sul "Corriere del Ticino".
Non sarà facile raggiungere questo obiettivo, rileva de Weck. Tuttavia, se non vi sarà un nuovo crollo dell'economia, l'azienda radiotelevisiva di servizio pubblico si attende un'eccedenza per l'esercizio 2011.
Fino alla fine del 2009, le perdite registrate dalla SSR ammontavano a 166,8 milioni di franchi. Lo scorso aprile, l'azienda aveva stimato un disavanzo di 75 milioni di franchi per il 2010 e di 42 milioni per il 2011.
Grazie al programma di risparmi, con il quale si vogliono ridurre le uscite di 58 milioni di franchi, il deficit per il 2010 dovrebbe però essere inferiore rispetto a quello preventivato. L'azienda conta peraltro su maggiori entrate pubblicitarie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS