Navigation

Stati: "senatori" rinviano esame legge su CO2 a sessione invernale

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 15:28
(Keystone-ATS)

Il Consiglio degli Stati non discuterà della revisione della legge sul CO2 durante questa sessione. La sua commissione ritiene infatti di non aver il tempo necessario per esaminare le divergenze introdotte dal Nazionale.

Il presidente della commissione Rolf Schweiger (PLR/ZG) reputa che non si possa esaminare il dossier in un'unica seduta mattutina, ancora nel corso della presente sessione. La legge sul CO2 verrà dunque trattata in commissione soltanto in ottobre e la discussione sul tema avverrà durante la sessione invernale, ovvero dopo le elezioni federali.

La revisione della legge sul CO2 ha suscitato dibattiti intensi nelle due Camere. La settimana scorsa, lo schieramento rosso-verde ha rinunciato all'introduzione di una tassa sui carburanti di fronte alla minaccia di referendum evocata dagli ambienti economici. Questa tassa era stata approvata in precedenza dagli Stati.

Il Nazionale ha creato un'altra divergenza importante con gli Stati: vuole obbligare le centrali a gas a compensare soltanto il 50% delle emissioni in Svizzera, mentre la Camera dei cantoni aveva optato per una quota del 70%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?