Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - "Non ci sono parole che possano esprimere in qualche modo come ci sentiamo in questo momento. Vorremmo che in qualche modo potessimo farvi sentire meglio. Non capiamo le ragioni di quanto è accaduto". Inizia così il comunicato che i genitori del killer di Tucson, Jared Lee Loughner, hanno diffuso ai media che da giorni assediano casa loro. È la prima volta che le persone più vicine a questo giovane squilibrato rompono il silenzio dal giorno della strage, chiedendo "scusa" alle vittime del figlio.
"Dopo le atrocità di sabato, vogliamo dire che siamo profondamente vicini alle vittime e alle loro famiglie - continua il comunicato - e siamo tremendamente dispiaciuti per queste perdite".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS